Bibliophilia Blog intevista Copernicum Group

Ci addentriamo oggi nel mondo dei portali di vendita esclusivamente dedicati ai libri. Il primo market place librario che ho il piacere di presentare è Copernicum.it, il più giovane tra quelli presenti nel panorama italiano.
Copernicum.it è solo una delle attività gestite dalla famiglia Fortunati di Scarperia (Fi), che recentemente ha formato il cartello “Copernicum Group”, composto per l’appunto da Copernicum, dalla Libreria Antiquaria Verbantiqua e dalla novità Galileum Autografi.
Oggi è con me Stefano Fortunati titolare, insieme con il figlio Lorenzo, di Copernicum Group con cui avremo ora modo di approfondire come si articola l’attività di Copernicum.it e delle altre attività cui è capo.

Ciao Stefano, è un piacere. Puoi iniziare dandoci una panoramica del “Copernicum Group” per come è strutturato attualmente?

Ciao Francesco! Coperncum Group riunisce oggi tre aziende ed un blog a carattere librario. La Libreria Antiquaria Verbantiqua, specializzata in manoscritti e libri rari, Copernicum.it, un nuovo market place per la vendita di libri online, il neonato Galileum Autografi, che tratta esclusivamente materiale autografo, e Copernicum Blog. Le quattro Aziende cooperano sotto l’egida di Copernicum, che grazie ad una forte presenza sul web e sui social, permette di veicolare molto traffico agli altri brand del Gruppo.

Per approfondire direi di partire dagli “albori”. Ossia dalla Libreria Antiquaria Verbantiqua, di cui siete titolari tu e tuo figlio Lorenzo. Cosa vi ha spinto a creare una libreria antiquaria e se ce la puoi descrivere nel dettaglio?

Io ho da sempre operato prima per diletto e poi per professione nel settore antiquariale di oggettistica e mobili, e questa passione è stata trasmessa per osmosi anche a Lorenzo, che è cresciuto in una realtà rigorosamente “d’epoca”. Qualche anno fa, Lorenzo da sempre appassionato di libri antichi, ha creato una piccola attività su Ebay ed io, visto il successo che aveva ottenuto in breve tempo, l’ho sponsorizzato ed appoggiato facendo di un’hobby una professione che ci ha portato in breve tempo, grazie alla scelta di porci sul mercato di nicchia degli autografi e dei manoscritti, ad essere con Verbantiqua un punto di riferimento per studiosi, storici, collezionisti ed Università di tutto il mondo. Tra le tante attività non commerciali posso menzionare con orgoglio la partecipazione della nostra Libreria alla join-venture delle Università di Losanna, Ferrara e Seoul che, su commessa dell’Archivio di Stato di Venezia, hanno portato alla creazione di una TAC (identica allo strumento diagnostico che conosciamo) che permette di leggere i manoscritti senza doverli sfogliare. Questa collaborazione ci ha fruttato la menzione in uno dei più prestigiosi giornali scientifici mondiali. E ad Aprile saremo virtualmente al Getty Museum dove uno dei nostri collaboratori americani allestirà una mostra di carta antica e filigrane fornite dal nostro Studio. Ultimo acquisto della nostra attività è Irene, che da segretaria è diventata moglie di Lorenzo ed è colei che mette ordine alla creatività debordante di padre e figlio.cope

Direi che possiamo passare ora alla vostra “fatica” più grande, la creazione di Copernicum.it. Puoi dirci come mai avete voluto creare un nuovo marketplace librario e come vi siete mossi per svilupparlo concretamente.

Copernicum è stato senza dubbio la realizzazione di un sogno. Operando sul mercato online, ci siamo presto resi conto che i competitors offrono un prodotto statico, poco attrattivo, e sicuramente non al passo con i moderni criteri di vendita online. Il mercato cambia, e loro no. Quindi ci siamo detti: perché non provare a farlo noi? Ed ecco come è nato Copernicum. La piattaforma iniziale è stata sviluppata su nostre indicazioni da un programmatore freelance, e dopo una gestazione durata oltre due anni, dove siamo stati supportati da alcune Librerie tra le più importanti d’Italia, abbiamo lanciato definitivamente il prodotto, che conta ad oggi circa 130 Librerie ed un database di oltre 1.200.000 articoli.

Copernicum è una scommessa, se così possiamo dire. È innovativo sotto molti punti di vista rispetto a portali di vendita dello stesso ambito. Puoi spiegarci come?

Certo. I punti focali della diversità sono essenzialmente due: il primo è che gli utenti possono formulare una proposta d’acquisto alle Librerie, creando una simpatica contrattazione come quando fisicamente vengono in Libreria ad acquistare; il secondo è che le Librerie non pagano commissioni sulle vendite ma solo una piccola quota associativa mensile. Questo perché abbiamo deciso di intendere il Portale come una sorta di comunità di Librerie che cooperano e non come una mera attività commerciale, per cui traiamo i nostri guadagni non dalle provvigioni ma dalle pubblicità e dai traffici.

Sempre tramite Copernicum avete realizzato una campagna per la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma. Puoi spiegarci di cosa si tratta?

C’è sempre più bisogno di iniziative private che aiutino il settore pubblico ogni anno più boccheggiante ed in agonia… Ed ogni start-up ha sempre bisogno di un buon battage pubblicitario. Per questo abbiamo creato questa Campagna che con il payoff “Leggo quindi sono. Dono quindi amo”, ha contribuito a finanziare la creazione di un fondo destinato all’acquisto di materiale dei Grandi Scrittori Italiani del ‘900 presso la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma. L’iniziativa, sponsorizzata dal Ministero del Turismo e dei Beni Culturali, ha avuto luogo per circa sei mesi e si è conclusa il 31 gennaio 2016, periodo nel quale per ogni articolo acquistato su Copernicum abbiamo effettuato una piccola donazione alla BNC di Roma. Visto il successo della Campagna, stiamo oggi cercando di creare un nuovo crow-funding per un altro Ente.

Tra la fine del 2016 e l’inizio del 2017 avete dato alla luce l’ultimo progetto nell’ambito del Copernicum Group, ossia Galileum. Di cosa si tratta e perché è “unico” nel suo genere.

Galileum Autografi è la nostra ultima sfida. Abbiamo recentemente avuto l’incarico di alienare una delle più grandi collezioni di autografi esistenti al mondo, che consta di oltre 10.000 autografi per oltre 7000 personaggi di ogni campo di interesse ti possa venire in mente. A questo abbiamo unito il già cospicuo patrimonio autografale di Verbantiqua, e da qui a creare il nuovo sito Galileum Autografi il passo è stato brevissimo. Abbiamo cercato di creare qualcosa di nuovo e di “non visto” sul web, accostando al materiale autografo anche una scheda dettagliatissima sul personaggio relativo, creando così un database che ci auguriamo possa diventare anch’esso un punto di riferimento per studiosi e collezionisti di tutto il mondo per confutazioni calligrafiche, notizie storiche ed ovviamente comparazioni commerciali per quotazioni nel tempo.

17274895_1410635578981527_894616578_n
Galileum Autografi

La passione per i libri antichi vi ha portato, come gruppo e – se mi permetti – come famiglia, a crescere notevolmente. Il futuro dei libri antichi e dei manoscritti ormai passa necessariamente per internet. Per essere un bravo libraio antiquario al giorno d’oggi quali pensi che siano le capacità e le “scaltrezze” cui non si può derogare?

Questa è una bella domanda. Gestendo Copernicum.it, siamo “costretti” a valutare aspetti positivi e negativi dell’operato dei colleghi, e di quanto questi influiscano sulle vendite e quindi sul futuro delle Aziende che gestiscono. Il pensiero della Libreria scura piena di scaffali, con lo sporto su strada ed i bibliofili che vi si avvicendano e che vive con l’invio del catalogo cartaceo è ormai parte di un passato morto e sepolto. Il bravo Libraio oggi deve sapersi muovere bene nel mondo di internet, essere tempestivo, essere presente sui social e soprattutto creare dei cataloghi appetibili corredati di foto e con descrizioni in italiano e non in “librese”, idioma sconosciuto ai loro nuovi Clienti. Chi non si mette al passo coi tempi è destinato purtroppo , ahimé, a scomparire.  

Tutti i contatti del Copernicum Group:

Copernicum. Via di Gabbiano, 3 – 50038 Scarperia e San Piero (FI)
Segreteria / Amministrazione: +39 055 8406700 info@copernicum.it
Concept e Web Mastering: Lorenzo Fortunati 333 5625904 info@copernicum.it
Manager Servizio Clienti: Stefano Fortunati 339 7954106 stefanofortunati@copernicum.it

Libreria Antiquaria Verbantiqua Via di Gabbiano, 3 – 50038 Scarperia (Firenze)
P.I. 06216660487 – CF. FRTLNZ88S29D612E info@verbantiqua.com

Galileum Autografi + 39 0558406700 – 3397954106 info@galileumautografi.com

One thought on “Bibliophilia Blog intevista Copernicum Group

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *